109 scuola enrico fermi


Progetto di riorganizzazione e ampliamento della scuola secondaria di primo grado Enrico Fermi – primo stralcio funzionale

location Casazza, Bg, Italy
date
 2013
client amministrazione comunale

 

Text and images

Il progetto prevede l’ampliamento degli spazi a disposizione della scuola media “Enrico Fermi” attraverso la demolizione di un fabbricato esistente e la costruzione di un nuovo edificio in grado di rispondere alle necessità del complesso scolastico che attualmente ospita circa 260 alunni suddivisi in 15 classi. Il nuovo volume si integra perfettamente con il complesso esistente e allo stesso tempo ne ridefinisce l’accesso generando uno spazio coperto in grado di accogliere gli alunni al di fuori dei cancelli della scuola in attesa dell’inizio delle lezioni.

   

L’edificio si sviluppa su tre livelli, due dei quali alla stessa quota dei solai dell’edificio esistente in modo da facilitare i collegamenti tra gli spazi esistenti e quelli di nuova formazione. Al livello 1 si trovano gli spazi amministrativi (segreteria, ufficio dirigente, salette per ricevimento genitori, servizi igienici), che spostati dalla posizione attuale lasciano spazio a un ampio salone in corrispondenza dell’ingresso. Al livello superiore trovano posto 5 nuovi laboratori che attualmente occupano gli spazi di aule inutilizzate ma che si prevede possano essere necessarie nei prossimi anni. Una nuova scala collocata nell’atrio d’ingresso facilita il collegamento tra i tre livelli. Il livello 0 è occupato da una sala polivalente progettata per ospitare riunioni di circa 150 persone, feste e concerti. L’accesso è indipendente rispetto a quello della scuola e avviene attraverso una scalinata e una rampa a pendenza limitata che conducono a una piazzetta alla quota della sala. In questo modo l’utilizzo della sala non è vincolato agli orari di apertura dell’edificio scolastico. Allo stesso livello si trova anche una sala a disposizione pensata come sala musica ma utile anche come foyer in caso di spettacoli nella sala principale. L’intervento è quindi volto a risolvere il deficit di spazio evidenziato dal dirigente scolastico ma allo stesso tempo intende riqualificare l’ingresso della scuola e renderlo più accogliente e sicuro. Inoltre, la gestione diversificata degli accessi per le attività esclusivamente scolastiche e quelle ludiche facilita l’uso di spazi a disposizione della collettività che spesso restano sottoutilizzati. Dal punto di vista materico il nuovo edificio intende discostarsi dall’esistente. Le facciate evidenziano una zoccolatura tinteggiata di colore scuro sovrastata da un volume a sbalzo intonacato e tinteggiato di colore chiaro. Il fronte nord-ovest è disegnato da lunghe finestre a nastro collocate in posizione molto arretrata rispetto al filo della facciata e da due logge ai livelli 1 e 2.