244 squ


nuovo polo scolastico

location Montespertoli, Firenze, Italy
date
 2019
client Amministrazione comunale
size 9000 m2
render Riccardo De Vincenzo; dep studio
premio menzione speciale

Text and Images|Drawings

Text and images

Il progetto riguarda la realizzazione del nuovo Polo Scolastico del Capoluogo che comprende la scuola per l’infanzia, la scuola primaria e funzioni di servizio quali il centro cottura e l’area amministrativa. Il nuovo complesso sorge in una zona periferica rispetto al centro abitato, un’area verde strategica raggiungibile da differenti strade. Dal punto di vista paesaggistico l’area si contraddistingue per una morfologia accentuata con una pendenza significativa verso valle. Per inserirsi in modo corretto nell’area senza snaturarne la morfologia, si è pensato ad un edificio adagiato sulle curve di livello articolato in più volumi caratterizzati da linee orizzontali e da un gioco tra pieni e vuoti. L’edificio si sviluppa su tre livelli connessi tra di loro anche se ospitano funzioni differenti.
Gli spazi di servizio sono stati collocati verso monte mentre quelli dedicati alla didattica e quindi principali, verso valle, a sud-ovest, per garantire il miglior apporto di luce naturale.

Scuola per l’infanzia
L’edificio è suddiviso in due livelli: al piano terra sono state collocate le aule, mentre al primo piano le due mense e gli spazi di servizio per gli insegnanti. Al piano terra, in posizione centrale, sono stati collocati l’ingresso, i collegamenti verticali per il primo piano, la portineria, l’agorà a doppia altezza e lo spazio per le attività motorie questi ultimi dotati di un “giardino segreto”, chiuso sui lati per attività all’esterno in ambiente protetto. Gli spazi distributivi sono stati pensati come una prosecuzione delle aule, spazi adatti per ospitare attività interciclo caratterizzate da un arredo studiato in dettaglio che assolve alle funzioni di spogliatoio, seduta, arredo contenitivo, espositori e di gioco. Al termine di entrambi gli spazi connettivi sono stati collocati due spazi per attività interciclo, in rapporto diretto con il giardino e dotate di un portico di protezione. E’ stata prestata particolare attenzione allo studio della luce naturale che illumina ogni spazio in modo controllato grazie al disegno della copertura e degli sbalzi.
Al primo piano sono collocate le due aule mensa, suddivise da una parete mobile, dotate di bagni e di accesso diretto alla terrazza. Le mense sono accessibili in modo indipendente per evitare confusione tra i bambini delle due sezioni. La bellezza di questi spazi la si ritrova nell’offrire ai bambini un punto di vista differente rispetto a quello delle aule. Anche l’agorà presenta una doppia altezza per offrire all’alunno uno spazio che generi curiosità con un’identità volumetrica anziché unicamente spaziale.

 

Scuola primaria
La scuola primaria è stata collocata nella parte alta del lotto. Si sviluppa su due livelli fuori terra e l’accesso è in posizione centrale. L’accesso alla scuola è caratterizzato da spazi che accompagnano l’alunno dalla strada fin dentro la scuola. In successione si trovano l’accesso esclusivamente pedonale, la piazza attrezzata e il portico a doppia altezza. L’accesso è stato pensato come un punto panoramico sul paesaggio: dal centro della scuola sarà possibile vedere il paesaggio circostante. In questo punto troviamo l’agorà e il collegamento verticale tra i due piani. L’idea del progetto è quella di realizzare un nodo centrale che connette tutte le aree funzionali della scuola nel minor tempo possibile. Il primo piano ospita le aule che sono state suddivise tra prime e seconde nel lato posto a sinistra e terze, quarte e quinte in quello di destra. La disposizione delle aule risulta differente: le prime e le seconde ritrovano una disposizione e dotazione molto simili a quelle della scuola per l’infazia mentre le restanti godono di spazi di interattività. Gli spazi distributivi sono stati concepiti come una successione di ambienti e patii al fine di ottenere spazi luminosi a contatto con l’esterno. Ogni aula ha diretto accesso al portico esterno che assicura il controllo dell’irraggiamento solare e la protezione delle facciate. Al piano terra sono stati collocati i laboratori, gli spazi per gli insegnanti e le mense, suddivise come richiesto e in diretto collegamento con il centro cottura. Da tutti gli spazi è possibile accedere direttamente al parco, in piano, per lo svolgimento di attività all’esterno e lo svago.

 

Palestra
La palestra è stata posizionata in diretto contatto con la piazza esterna, l’ingresso alla scuola primaria e l’agorà interna. Questa scelta permetterà di ospitare eventi quali mostre e spettacoli evitando l’utilizzo dell’intera scuola. Il ballatoio è accessibile direttamente dall’ingresso, mentre gli spalti si possono raggiungere percorrendo la scala scenografica interna.

Istituto comprensivo
In posizione analoga a quella del centro cottura ma con affaccio diretto verso via Schiavone troviamo gli spazi destinati ad uffici e accessori dell’istituto comprensivo. Anche in questo caso gli uffici sono collegati direttamente ad entrambe le scuole permettendo al corpo docente ed amministrativo di coordinare le attività dell’intero polo scolastico.
All’esterno è collocato il cortile privato dotato di venti posti auto.
La suddivisione interna degli spazi è stata concepita prevedendo tutti gli uffici con affaccio diretto verso nord-est, esposizione che garantisce un ottima illuminazione degli spazi di lavoro. In adiacenza all’ingresso è posta la sala riunioni in modo da rendere utilizzabile questo spazio per incontri con genitori, fornitori o altro evitando interferenze di persone con gli uffici.

Gli spazi e i percorsi esterni
Gli spazi esterni sono stati pensati come completamento del paesaggio circostante ed estensione delle aule. Per questo motivo sono stati pensati dei percorsi pedonali e sentieri che favoriscono l’esplorazione del parco e che possono essere utilizzati per raccontare gli elementi del paesaggio: la vegetazione, il sottobosco, la natura del terreno che in alcuni punti risulta debole con fenomeni di erosione. Differenti percorsi tematici quali terra, acqua e vegetazione, stimolo per l’attività didattica. E’ prevista la formazione di un piccolo bacino di raccolta dell’acqua piovana per la formazione di un habitat più umido e che possa raccontare visivamente l’andamento stagionale delle precipitazioni.

Sistema costruttivo e strategie passive
Il progetto deve dare risposte concrete alla necessità di sostenibilità ambientale attraverso spazi dimensionati in modo corretto, l’impiego di materiali di qualità, non nocivi e al tempo stesso di lunga durata. La scelta delle tecnologie costruttive e dei materiali impiegati scaturisce dalla volontà di limitare l’impatto ambientale dell’edificio durante tutto il ciclo di vita. La costruzione sfrutta tutte le tecnologie disponibili nel campo della prefabbricazione al fine di realizzare un edificio sano, confortevole e con una considerevole riduzione dei consumi energetici rispetto alle costruzioni tradizionali. La struttura portante è prevista in cemento armato con solai intermedi in laterocemento e solai di copertura in legno. La coibentazione termica avverrà utilizzando un sistema a cappotto, soluzione che permette di controllare i ponti termici evitando tecniche troppo costose. Le coperture verranno completate in parte con ghiaia e in parte a verde. All’interno è prevista la realizzazione di controsoffitti ispezionabili e la suddivisione degli spazi con pareti composte utilizzando lastre di fibrocemento o legno. All’interno delle stesse verrà posizionato l’isolamento acustico. Sono previsti infissi realizzati con profili in alluminio a taglio termico e vetri isolanti bassoemissivi e intercapedini con gas argon. I brise soleil, realizzati con elementi prefabbricati in cemento fibrorinforzato, contribuiscono a limitare l’irraggiamento nei mesi caldi e proteggono gli infissi dalle intemperie.

Drawings